play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • cover play_arrow

    Radio Centro Idea Live

  • cover play_arrow

    MATHAL DUO, l'intervista a Radio-Attivo per Electric Duo Project a Villa Ada Fest Massimiliano Montenz

Non solo rock

Viale Andrea Pazienza a San Benedetto: sarà la strada che porta al molo

todayMaggio 23, 2024 45 2

Sfondo
share close

Il 23 maggio 1956 nasceva Andrea Pazienza, tra gli artisti più geniali, fecondi e poliedrici del panorama fumettistico italiano, nonché prolifico e notevole autore di illustrazioni di vario genere.

Scomparso prematuramente nel 1988 (aveva solo 32 anni), fondamentalmente

  • era un pittore prestato al fumetto, per cui è stato un audace sperimentatore che ha rinnovato le tecniche del disegno, un campione impareggiabile dell’arte fumettistica, un autore straordinario che ha fatto scuola, ma che non ha avuto epigoni in quanto il suo talento era unico ed inimitabile“. (Lucio Garofalo)

Milo Manara lo ha definito “il Caravaggio dei giorni nostri”, per Pier Vittorio Tondelli era “il James Joyce del fumetto”, mentre Roberto Benigni, che gli ha dedicato dopo la morte il film Il piccolo diavolo, diceva di lui: “Era eclettico ed anche molto bello: aveva la gioia di vivere negli occhi. Era inimitabile, un talento irripetibile”.

La sua città natale, San Benedetto del Tronto, ha deciso di dedicargli una delle sue strade più rappresentative: viale delle Tamerici, che costeggia il mare dalla zona porto fino all’imbocco del litorale, cambierà presto nome in viale Andrea Pazienza.

Per render omaggio a Pazienza nel giorno del suo compleanno, vi propongo la visione del film del 2002 a lui dedicato, Paz!, diretto da Renato De Maria (tra gli interpreti figurano anche Frankie hi-nrg mc nel ruolo del gangster, Freak Antoni in quello del bidello e Giovanni Lindo Ferretti, l’uomo ombra).

Merita molto anche la colonna sonora: vi ritroviamo, tra gli altri, brani di Lucio Dalla e Tiromancino, Riccardo Sinigallia, Üstmamò e Giovanni Lindo Ferretti, Skiantos, Area, Gaznevada).

Di seguito, una delle scene più esilaranti del film: Enrico Fiabeschi – interpretato da Max Mazzotta – sostiene l’esame su Apocalypse Now:

Appocalipppse Nau, Francis Ford Coppola, musica dei Doors


Fonte immagine in evidenza: https://it.wikipedia.org/wiki/File:Andrea_Pazienza_San_Menaio.jpg


 

Scritto da: Skatèna

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

0%