play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
playlist_play chevron_left
volume_up
chevron_left
  • cover play_arrow

    Radio Centro Idea Live

  • cover play_arrow

    Fabrizio la Monica è il protagonista di Rackonti numero 21 Ronnie Abeille

Musica in primo piano

Mina torna a “comparire” in un videoclip grazie all’Intelligenza Artificiale

todayDicembre 12, 2023 22

Sfondo
share close

Mina, la meravigliosa e affascinante “Tigre di Cremona”, considerata a livello internazionale una delle migliori cantanti di tutti i tempi e una delle maggiori interpreti della storia della musica italiana, torna a “comparire” in un videoclip a distanza di 45 anni dal suo ultimo concerto, che si tenne nel 1978 a Lido di Camaiore, sul palco della Bussoladomani.

Tutto ciò è stato reso possibile grazie all’intelligenza artificiale.

Abban-dono: questo il titolo del brano scritto da Daniele Magro e Saturnino, nel cui videoclip, diretto dall’attore e videomaker Eugenio Di FraiaMina è rappresentata da una signora con i capelli bianchi e gli occhiali da sole che si aggira per le sale di un museo in cui la stessa compare in opere di celebri artisti – da Renoir a Caravaggio, da Picasso a Manet, da Magritte a Leonardo Da Vinci.

Guido Di Fraia, docente della IULM e fondatore del laboratorio di intelligenza artificiale AI Lab, così ha raccontato in un’intervista (fonte: Rockol):

Abbiamo avuto l’opportunità di conoscere il figlio di Mina, Massimiliano Pani, che gestisce tutte le attività della madre, e gli abbiamo parlato di questa idea. Ci hanno chiesto una demo del progetto, per farsi un’idea di quello che poteva essere il risultato finale. E alla fine ci hanno dato carta bianca. Il video è innovativo: solo per realizzarlo abbiamo utilizzato anche versioni beta di software di intelligenza artificiale in fase di sperimentazione, che magari tra due mesi saranno già vecchi perché questa tecnologia corre velocissima. […] Mina è un mito senza tempo, quasi. Sempre cangiante e camaleontica nel suo presentarsi al pubblico: un aspetto che ho cercato di restituire. E ci tengo a dire che nell’utilizzo dell’intelligenza artificiale, in questo caso, non c’è niente di apocalittico o distopico: abbiamo impiegato le nuove tecnologie per raccontare qualcosa di umano, artistico”.


Fonte immagine in evidenza:Mina 4 407px (cropped), Italy – PICRYL – Public Domain Media Search Engine Public Domain Search

Scarica questa immagine su: Collections – GetArchive | Dettagli licenza
Autore: Radiotelevisione Italiana Ringraziamenti: Radiotelevisione Italiana via Picryl.com
Copyright: Public Domain

 

Scritto da: Skatèna

Rate it

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

0%